Il Camper dell’ascolto: In mezzo alle donne

Descrizione

fondazione-donna-a-milanoIl 31% delle donne italiane tra i 16 ed i 70 anni ha subito almeno un episodio di violenza. Responsabili in prima linea i partner e gli ex. Rilevante l’incidenza della violenza familiare che ha ripercussioni anche nella sfera psichica. A fronte di ciò, però, i dati rivelano che il 96% delle donne non denuncia. Il 18% non considera la violenza domestica reato, il 46% la archivia come un episodio che purtroppo è accaduto e solo il 46% la considera un fatto ingiusto. Alla violenza vera e propria si associa il fenomeno dello stalking, un fenomeno in crescita in modo allarmante.

Lo stalking è identificabile come una pratica persecutoria nei confronti di persone, il più delle volte di sesso opposto, al fine di ottenere attenzione e considerazione (attualmente tale comportamento si configura come reato ed è punibile con una reclusione fino a 4 anni). Malgrado le norme di legge e diverse istituzioni impegnate nel settore, spesso le donne rimangano recluse nella loro gabbia di paura a denunciare. La nostra iniziativa si propone di andare incontro alle donne, nei mercati comunali all’aperto, dove a loro è più facile dedicare un po’ di tempo a se stesse, mentre figli e partner sono lontani da loro.

Obiettivo

Fondazione Donna a Milano Onlus da anni, attraverso la realizzazione di un camper dell’ascolto, ha aperto una finestra sul disagio femminile, sulle patologie e sulle violenze subite dalle donne, aiutandole ad uscire dalla prigione della solitudine, facendo anche da link con organizzazioni ed istituzioni che già operano in vari settori sul territorio milanese.
La raccolta puntuale dei dati raccolti nel pieno rispetto della privacy, consente peraltro di avere una fotografia reale sul fabbisogno, per zone di Milano. Negli ultimi quattro anni, l’attività è stata rivolta all’aiuto contro lo stalking e la violenza.

“In Mezzo alle donne – Camper dell’ascolto” è presente a Milano da ormai sei anni con un camper che offre sostegno psicologico e legale con specialisti a bordo, fermandosi ogni giorno in luogo diverso della città.

Attività

Le donne che si rivolgono agli operatori, sono accolte dall’assistente sociale e, se necessario, dalla mediatrice culturale. Sono invitate a compilare la scheda raccolta dati ed introdotte all’ascolto.

I consuelor danno consigli adeguati e valutano se indirizzare a strutture pubbliche o di volontariato pertinenti o seguire personalmente il caso.
Nel caso di extracomunitarie senza regolare permesso di soggiorno, per motivi psichiatrici o di altra cura medica, sono indirizzate all’Opera S. Francesco, con la quale esiste un’intensa collaborazione.

Dove: Il camper con i suoi operatori staziona nei mercati rionali comunali all’aperto, in aderenza ad un calendario comunicato ai consigli di zona ed opportunamente diffuso.
Quando: Dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, tutto l’anno ad esclusione di agosto.

Azioni del progetto

Sostegno finanziario

profit-and-loss-milano-consulenza-siti-web-seo-milano tr