Mus-e Ambrosiana

Descrizione generale

Il Progetto, pluriennale 2012/2014, si rivolge alle scuole primarie pubbliche con elevata presenza di bambini immigrati o portatori di Bisogni Educativi Speciali e viene offerto gratuitamente. Oggi il Progetto è diffuso in molti paesi europei, oltre che in Brasile e in Israele. In Italia, Mus-e opera attraverso una struttura nazionale, l’Associazione Mus-e Italia Onlus, presieduta da Edoardo Garrone, che coordina le Associazioni Mus-e locali, delle quali fa parte Mus-e ambrosiana, costituita nell’aprile del 2011: Mus-e, per la realizzazione del Progetto, si avvale della collaborazione di artisti con una specifica preparazione professionale, ma anche con un forte orientamento pedagogico e la predisposizione alla relazione con i bambini, selezionati attraverso un apposito bando.

Obiettivi

  • Stimolare e promuovere la crescita armoniosa degli alunni, coltivandone le diverse potenzialità artistiche, intese come scoperta di sé e strumento per accrescere l’autostima
  • Promuovere tra gli alunni la preferenza al confronto e alla relazione non aggressiva, la socializzazione, lo scambio di esperienze significative, per arricchire la loro capacità di contribuire alla costruzione di una comune, civile convivenza

Obiettivo del progetto

Mus-e è un progetto multiculturale europeo, nato dall’idea del grande violinista e direttore d’orchestra, Yehudi Menuhin con lo scopo di promuovere l’integrazione, il rispetto delle culture e la valorizzazione delle diversità fra i più piccoli, attraverso la pratica artistica.

Secondo l’intuizione di Menuhin, le discipline artistiche, nelle loro varie forme, possono diventare occasioni di incontro tra culture diverse e strumenti di reciproca conoscenza, capaci di contribuire a contrastare l’emarginazione e il disagio sociale.

Finalità del progetto

  • Contrastare, attraverso percorsi artistici di diversa natura, capaci di valorizzare ogni singolo alunno, le disuguaglianze e le possibili incomprensioni generatrici di forme di intolleranza
  • Contribuire ad educare al rispetto reciproco attraverso la scoperta della ricchezza insita nelle differenze culturali e attitudinali di ciascuno.

Azioni del progetto

Il percorso si sviluppa secondo una metodologia laboratoriale, i cui strumenti sono i diversi linguaggi artistici: teatro, musica, ritmica e movimento, arti plastiche e visive.

Le attività proposte non tendono all’apprendimento di specifiche tecniche artistiche, ma puntano alla condivisione del codice di comunicazione delle singole arti e alla scoperta delle tante, diverse modalità espressive.

Le attività si svolgono durante le ore curricolari, in presenza del docente di classe. La stretta collaborazione e condivisione tra alunni, artisti ed insegnanti è condizione necessaria alla riuscita del Progetto.

Tempi: Incontri settimanali di 90 minuti ciascuno, più un incontro iniziale di programmazione e uno finale, in un periodo di tempo che va da fine gennaio a fine maggio di ciascun anno scolastico.

L’incontro finale consiste nell’organizzazione di una lezione aperta, a conclusione dei laboratori nelle classi, al fine di mostrare la metodologia di lavoro Mus-e e ciò che è stato realizzato dagli alunni nel corso dell’esperienza.

profit-and-loss-milano-consulenza-siti-web-seo-milano tr